Le casalinghe cambiano coi tempi

I nostalgici delle mogliettine anni ’50 tutte cucina e pulizie possono rassegnarsi, la vita della donna in casa e più in generale nell’ambito del matrimonio è inesorabilmente cambiata. Dite addio all’agnellino puro e pudico che vi aspettava a casa, pronta a stendersi sul letto per un noioso missionario: le moglie del nuovo millennio sono scatenate e sempre più mogliettine perverse amano esibirsi.
Cambio di mentalità? Probabile. Effetto 50 shades of grey? Possibile. Libera espressione femminile della sessualità? Sicuro.
Le donne ormai hanno abbandonato i vecchi freni e le vecchie inibizioni per darsi ad una dimensione sessuale scevra da ogni tabù e costrizione.
Si sono aperte le porte ad una sconfinata curiosità, su tutti i fronti: bondage, scambismo, giochi di ruolo e chi più ne ha più ne metta.
Oggi vi parleremo, più nello specifico, delle gioie nascoste dell’esibizionismo sessuale.

Un’attrazione condivisa

L’esibizionismo sessuale sta diventando un piacere a cui molte donne, coniugate e non, tendono ad abbandonarsi. Può avere diverse forme e declinarsi in svariati modi: dal guardarsi allo specchio durante il rapporto sessuale allo scopo di ammirarsi ed eccitarsi ancora di più, passando per la masturbazione in luoghi aperti al pubblico ed in cui c’è il rischio di essere scoperte ed arrivando al voyeurismo altrui.
Molte mogliettine traggono una forte soddisfazione da questi giochetti perversi e sono eccitate dall’idea di vedersi ed essere viste alla stregua di una pornostar. Sono non solo spinte a spogliarsi in casa davanti alle finestre, sperando che qualche sconosciuto qualunque si trovi a passare nei dintorni e rimanga colpito ed incuriosito dalla visione, ma anche indotte ad osare al di fuori delle mura domestiche. Si rifanno all’immagine della segretaria sexy e arrivano a divaricare le gambe sotto il tavolo quando non indossano biancheria intima, con un rimando a Basic Instinct che lascia spesso estasiato ed eccitato lo spettatore.

A spingerle ad agire in questo modo può essere talvolta anche la frustrazione che deriva loro dalla vita matrimoniale, soprattutto dal suo fronte sessuale. Quando non si sentono a proprio agio nell’osare con il partner le mogli cercano rifugio e sfogo altrove, persino in luoghi virtuali: dalle chat on line alle video chiamate con sconosciuti su siti di incontri, grazie ai quali si mostrano senza veli godendo tramite la masturbazione e facendo godere la persona dall’altra parte dello schermo.

Quando, invece, la vita matrimoniale non ingenera alcuna problematica questi stimoli si manifestano nella coppia e la perversione è condivisa da entrambi i partner.

La voglia di esibizionismo è soddisfatta da riprese amatoriali girate nei luoghi che più aggradano e che filmano la mogliettina intenta a dar piacere al suo uomo o, all’opposto, a dominarlo sulla base di una curiosa inversione di ruoli.

Non necessariamente i destinatari dello spettacolo femminile sono membri del sesso opposto poiché talvolta la voglia di mostrarsi è talmente forte da non fare distinzione: si pensi, ad esempio, al perfetto ambiente degli spogliatoi femminili, tipici di luoghi quali palestre e piscine.

Qui le donne più impavide sono liete di sfoggiare la propria nudità e di farla ammirare più del dovuto, mascherando il loro perverso intento con la funzione naturale a cui questi spazi sono destinati.

Per concludere, va sottolineato che le ragioni poste alla base di questi schemi comportamentali sono varie e disparate e possono andare dal semplice piacere di far godere un’altra persona fino a quello tratto dall’essere ammirate per soddisfare la propria vanità e lussuria.

L’espansione del fenomeno è in indubbia crescita anche in virtù della maggiore apertura mentale odierna e dell’eliminazione del sesso dalla categoria degli argomenti tabù, fattori che consentono alle mogliettine di esprimersi nella più piena libertà.

Categorie: Uncategorized